Rimedi Anticellulite Naturali - Shopping On Line - Anticellulite

Vai ai contenuti

Menu principale:

anticellulite.biz - Il Sito Italiano sulla Cellulite e i Prodotti Anticellulite

Sito informativo completamente dedicato a tutte le erbe medicinali capaci di agire positivamente come Efficaci Anticellulite. Dalla più antica medicina proponiamo i rimedi anticellulite più naturali sapientemente ottenuti dalle piante medicinali e trasformati in prodotti naturali capaci di contrastare la comparsa della cellulite. Troverete nozioni scientifiche e consigli su come evitare errate abitudini che producono le cause principali della comparsa di questi fastidiosi e antiestetici cuscinetti sotto la pelle delle cosce. Nel ringraziare i navigatori nell'aver scelto di visitare queste pagine, auguriamo buona lettura...e perché no, buoni acquisti sui negozi consigliati dai nostri consulenti.

 

La Cellulite

Il tessuto sottocutaneo grasso

Il tessuto sottocutaneo grasso, o pannicolo adiposo, è un tessuto costituito da fibre e grasso che si trova tra il derma (strato cutaneo localizzato sotto l’epidermide) e la fascia muscolare.
E’ lo strato più profondo della pelle, e stabilisce un legame debole tra questa e gli organi più interni che essa ricopre, permettendo lo scivolamento dell’una sugli altri.

 
 
Buccia di Arancio e Anticellulite
 
 

Le sue funzioni principali sono:

proteggere i tessuti più profondi da eventuali traumi, limitare la dispersione termica, contribuendo a mantenere costante la temperatura corporea, (coibenta in un certo senso il nostro organismo), rappresentare una riserva di energia.
Il tessuto adiposo è formato da tre componenti principali: i lipociti, le trabecole fibrose (fibre di sostegno, come "travi" che attraversano il tessuto) ed i vasi sanguigni.
I lipociti (o adipociti) sono cellule che hanno la capacità di sintetizzare e immagazzinare trigliceridi nel loro interno.
I trigliceridi sono assunti dal sangue già scissi in glicerolo e acidi grassi, ed appartengono sostanzialmente a due categorie: i lipidi alimentari, trasportati dalle cellule intestinali prima nei vasi linfatici e poi in quelli sanguigni, ed i lipidi sintetizzati nel fegato e trasportati nel sangue sotto forma di lipoproteine.
La cellula adiposa, oltre ad assumere lipidi dal sangue circolante, è in grado di sintetizzarli a partire dal glucosio, e sia l’assunzione del glucosio che la sintesi degli acidi grassi sono sotto il controllo ormonale, soprattutto dell’insulina.
Quando l’adipocita contiene pochi lipidi questi si accumulano sotto forma di piccole gocce sparse nel citoplasma; ma via via che i grassi aumentano, le gocce si fondono, formandone altre più grosse, fino a che tutta la cellula si trasforma in una grande goccia di grasso.
I lipociti si raggruppano tra di loro formando dei lobuli; ed ogni lobulo, separato dagli altri circostanti da un setto fibroso, possiede nervi, vasi sanguigni e linfatici propri.
L’abbondanza della vascolarizzazione dell’adipocita è tale che quasi tutte le cellule hanno a livello citoplasmatico contatti con il capillare.
Il tessuto adiposo ha un letto capillare comparativamente molto più ricco del muscolo. Il grasso contenuto negli adipociti costituisce la principale riserva di energia dell’organismo.
Quando gli alimenti ingeriti non sono sufficienti per il fabbisogno energetico, il corpo può produrre energia attraverso la combustione dei grassi contenuti negli adipociti.
Invece, quando le sostanze nutritizie introdotte apportano una quantità di energia superiore a quella di cui l’organismo ha bisogno, le cellule ipodermiche si sviluppano in modo esagerato, formando un pannicolo di alcuni centimetri di spessore, e le persone tendono all’obesità.
I lipociti possono aumentare o diminuire di volume e numero a seguito di stimoli vari nell’arco della vita, e, come conseguenza, anche lo sviluppo e la distribuzione del tessuto adiposo varia.
In soggetti normali, il numero complessivo di adipociti è stato valutato ammontare a circa 30 miliardi, ed il loro peso medio varia da 0,40 µg, in individui giovani, a 0,50-0,60 µg negli adulti di età media.
Anche fattori ereditari, familiari o di razza sono coinvolti.
Il metabolismo del tessuto adiposo è influenzato inoltre da numerosi ormoni e stimoli neuro-endocrini.
Gli ormoni tiroidei, l’adrenalina e la noradrenalina ne inducono il catabolismo (mobilitazione delle riserve), mentre gli ormoni surrenalici e quelli gonadici hanno una azione anabolica (accumulo di grassi).
Le modificazioni durante la pubertà rivelano la dipendenza dei lipociti dagli ormoni sessuali, soprattutto nella donna, in cui tale relazione è particolare per tutta la durata del periodo fertile.

Che cosa significa il termine "cellulite".

Perché compare la cellulite.

Fattori predisponenti e scatenanti il processo cellulitico.

Da: Edizioni Planta Medica
FAUSTO MEARELLI (Dottore in Farmacia - Diplomato in Erboristeria)
ANNA GIOGLI Dottoressa in Biologia


 
 
Home Page | Prodotti Anticellulite | Ulteriori Info Cellulite | Links Consigliati | Mappa generale del sito
Torna ai contenuti | Torna al menu